modi diversi di vivere la vela

Uno spazio dove poter parlare del più e del meno
Avatar utente
Francesco
Messaggi: 71
Iscritto il: 29/02/2016, 14:20
Barca Posseduta: Walker Bay 10' Breeze

Re: modi diversi di vivere la vela

Messaggioda Francesco » 01/04/2016, 15:33

Non s'è capito il cumquibus, se ti viene dietro la moglie il giro del mondo si fa anche con un canotto. :cry:
Terraferma Sailors

Avatar utente
Filip1983
Amministratore
Messaggi: 185
Iscritto il: 22/02/2016, 16:02
Barca Posseduta: Etap 24i - Mon Etap
Contatta:

Re: modi diversi di vivere la vela

Messaggioda Filip1983 » 01/04/2016, 15:45

____________________________________________________
Buon Vento
Filippo

jocondor
Messaggi: 47
Iscritto il: 29/02/2016, 11:01
Barca Posseduta: Wayra

Re: modi diversi di vivere la vela

Messaggioda jocondor » 01/04/2016, 16:14

Paolo!

Mi era sfuggita la tua presenza, è un vero piacere!

Oh, il 25 aprile si comincia con la stagione della vela eh?

Paolo
Messaggi: 39
Iscritto il: 21/03/2016, 12:18
Barca Posseduta: L Etoile by Zuanelli

Re: modi diversi di vivere la vela

Messaggioda Paolo » 01/04/2016, 16:56

Presente!sono appena approdato qui...e' un piacere anche per me

Avatar utente
Fidi75
Amministratore
Messaggi: 142
Iscritto il: 23/02/2016, 11:00
Barca Posseduta: Zuanelli Fax - Cormorana

Re: modi diversi di vivere la vela

Messaggioda Fidi75 » 01/04/2016, 22:22

L'orizzonte non è altro che un confine della nostra vista

Martinieffect
Messaggi: 52
Iscritto il: 29/02/2016, 16:13
Barca Posseduta: First 21.7 S

Re: modi diversi di vivere la vela

Messaggioda Martinieffect » 02/04/2016, 0:24

Il giro del mondo (a tappe per esser realisti) sarebbe anche il mio sogno nel cassetto. L'abilità in barca penso sia l'aspetto meno importante. Quello che conta è essere in salute, non avere genitori o anziani a casa di cui occuparsi, poterselo permettere, avere tempo ed avere una compagna altrettanto entusiasta. Condizioni che purtroppo la maggior parte di noi ha difficoltà a far coincidere. Come dire: quando sei giovane hai la salute, il tempo ma mancano i soldi; quando sei a metà strada hai la salute e i soldi ma manca il tempo; quando sei vecchio hai i soldi e il tempo ma manca la salute :roll:
In ogni caso sognare di poterlo fare non fa mai male, e forse è bello anche quello ;)

Avatar utente
carcat
Messaggi: 67
Iscritto il: 01/03/2016, 15:14
Barca Posseduta: Beneteau First 20

Re: modi diversi di vivere la vela

Messaggioda carcat » 07/04/2016, 17:57

Carlo

Como Lake

Avatar utente
Francesco
Messaggi: 71
Iscritto il: 29/02/2016, 14:20
Barca Posseduta: Walker Bay 10' Breeze

Re: modi diversi di vivere la vela

Messaggioda Francesco » 07/04/2016, 22:22

Immagine

Esposto al Boot Holland 2015

"Mia cara, sai quanto ti amo, ma c'è un'altra nella mia vita.
Ultimamente l'avevo trascurata, ma quando l'ho rivista questa mattina è di nuovo sbocciato il grande amore.
Il suo fondo schiena è bello quasi come il tuo.
Tra lei e me c'è una grande differenza di età, maggiore di quella che c'è tra me e te.
Ma l'età è un problema solo per me.
So che ti sto chiedendo molto, ma spero che tu possa perdonare questa mia unica debolezza.
Eccoti una sua foto così se un giorno tu dovessi incontrarla saprai chi è.
Posso sinceramente affermare che sono molto felice con te, ma io sento la necessità di trascorrere più tempo con lei.
Io, ovviamente, spero che tu mi concederai questa libertà."
Terraferma Sailors

Avatar utente
Francesco
Messaggi: 71
Iscritto il: 29/02/2016, 14:20
Barca Posseduta: Walker Bay 10' Breeze

Re: modi diversi di vivere la vela

Messaggioda Francesco » 07/04/2016, 22:28

Nel blog "sailingthefjords" c'è un interessante quanto esilarante articolo che tratta il problema delle mogli in barca cercando di darne una soluzione, il titolo è tutto un programma "L'arte di come insegnare alla tua compagna ad amare la vela (parte I)".

Nel suo libro Sea Gipsy (1966), Peter Tangvalds scrive che sua moglie, dopo aver attraversato il Golfo di Biscaglia in burrasca, ne aveva avuto abbastanza di lui e della sua barca, dandogli l'ultimatum: O me o la barca!
Probabilmente Peter era già stanco di avere una moglie spaventata e scontrosa a bordo tanto che si spinse ad affermare ciò che ogni marinaio sa (?); trovare una nuova moglie è molto più facile che cambiare barca. Così, nel porto più vicino le comprò un biglietto per casa di sola andata.
Il fatto che Peter Tangvald, durante la sua vita, si sia sposato ben sette volte e abbia posseduto solo due o tre barche dimostra inequivocabilmente quanto questa affermazione sia vera, almeno per lui. Però con il passare degli anni Tangvald diventerà uno scrittore più artificioso, e forse meno geniale, così come un marito più premuroso.
Sembra che alla fine egli abbia imparato qualcosa di simile a questo: Se ad un uomo gli capita di amare veramente la propria compagna o moglie, è molto più facile rischiare di perdere lei che la propria barca e, per una qualche ragione sconosciuta, è difficile da comprare o costruire una nuova moglie con lo stesso nome e lo stesso amore.
Gli illusi si ostinano a sperare che stia per uscire uno yacht più moderno, ma purtroppo sappiamo bene che questo non risolverà i nostri problemi a causa di questo o quel difetto.
Ciò che complica tutta questa faccenda è il fatto che un uomo può rischiare di perdere la propria compagna a causa dell'amata barca. Nella sua mente la barca è una sorta di donna, e sa esattamente come prendersi cura di lei. Ma sua moglie, d'altra parte, ...?

Così, in questo articolo e forse in altri successivi, mi sono preso la briga di affrontare una sfida importante trattando un argomento tra i più spinosi, ma vi avverto: la problematica è affrontata solo dal punto di vista maschile, senza alcun significativo sguardo obliquo che provenga dal femminismo post moderno.
Premesso ciò, personalmente considero le veliste quali naviganti d'eccezione, quindi se la vostra compagna o moglie ama già la vela voi sarete un uomo felice.
Al contrario, se non odiate voi stessi, ciò che scriverò è sia per voi che per la vostra partner. Il miglior consiglio che posso dare al marito cocciuto è: Non cadere mai fuori bordo! Perché penso che seppur la tua compagna - equipaggio - sia perfettamente in grado di recuperarti a bordo non sono così sicuro che lo farà.
Se invece la tua ragazza ama la tua pellaccia ma non la tua stupida barca allora sì, lo so che è difficile, ma val la la pena di provare: Lasciate che i suoi sogni si avverino - a bordo.

(Maldestramente tradotto ed interpretato da me medesimo da: The Art of Teaching your Girlfriend to Love sailing too (I))
Terraferma Sailors

Paolo
Messaggi: 39
Iscritto il: 21/03/2016, 12:18
Barca Posseduta: L Etoile by Zuanelli

Re: modi diversi di vivere la vela

Messaggioda Paolo » 08/04/2016, 17:32

Bella!!!


Torna a “Quattro chiacchere in pozzetto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti